30 marzo 2015

Non succede spesso che mi commuova per il testo di una canzone, ma qui è successo. E non mi va di dire perché. Non c’è bisogno, basta solo leggere e ascoltare, anche solo dal minuto 13:20 al 18:42. Ascoltare e leggere non come critici, ma come specie. Riporto solo questo.

8 marzo 2014

Voglio che quando parli di qualcosa, smettano di esistere le scimmie che ti invitano a tornare in cucina, perché “questi sono discorsi da uomini”. Voglio che smettano di esistere i giudici che usano un paio di jeans per scagionare uno stupratore e aspetto il giorno in cui anche i più beceri dei trogloditi rimasti smetteranno…

18 novembre 2013

Mi ero appena appisolata, quando sono tremati i vetri. Il mio cagnetto si è affacciato sul bordo del letto perché era stato terrorizzato dal tuono, e la stanza si è illuminata a giorno. Ombre di alberi e lampioni proiettati sui pupazzi appesi alle pareti della mia camera. Erano le cinque del mattino. Mi sono tirata…