The Greatest Show on Earth

Non succede spesso che mi commuova per il testo di una canzone, ma qui è successo. E non mi va di dire perché. Non c’è bisogno, basta solo leggere e ascoltare, anche solo dal minuto 13:20 al 18:42. Ascoltare e leggere non come critici, ma come specie.
Riporto solo questo.

Moriremo.
E questo, ci rende quelli fortunati.
Molte persone non moriranno mai, perché non potranno mai essere nate.
Il numero di potenziali persone che avrebbero potuto essere qui al mio posto, e che invece non vedrà mai la luce del sole, supera i granelli di sabbia del Sahara.
Quei fantasmi mai nati, di sicuro, avrebbero incluso poeti più grandi di Keats. Scienziati più grandi di Newton.
Noi, i privilegiati che hanno vinto la lotteria della nascita.
Il genere umano ha preso il tempo illuminato dal Sole,
e sognava di comprendere
anche il singolo granello di sabbia.
Diede vita alla poesia,
e un giorno smetterà di esistere.
Noi, siamo stati qui.
Noi siamo stati qui.
Noi siamo stati qui.
–Nightwish, The Greatest Show on Earth
(Endless Forms Most Beautiful, 2015)

Ringrazio i Nightwish per avermi ispirato ancora una volta.

1187 Visite totali 1 Visite oggi

Leave a Comment