Fuoco Nemico, un anno dopo

Era il 18 gennaio 2014, quando pubblicai in Rete Fuoco Nemico, disponibile per il download gratuito. Avevo completato la sua stesura dieci giorni prima, e così quel progetto che cominciai per la prima volta nel 2000 era finalmente arrivato a destinazione. In quattordici anni, Meryl e Fuoco Nemico sono cresciuti con me, passo dopo passo, e insieme siamo arrivati ad oggi – ad un anno dopo dalla sua release definitiva.

Con mia immane sorpresa, la reazione del pubblico è stata incredibilmente entusiasta. Ho ricevuto decine di commenti incuriositi, emozionati, entusiastici, di lettori che non si sono lasciati spaventare da quanto il libro sia diretto ed hanno deciso di seguire Meryl nel suo viaggio.

Fuoco Nemico

Oramai, ho superato il quarto di secolo ed ho scritto tante cose. I miei tre romanzi editi hanno un valore inestimabile, ma Fuoco Nemico è quello a cui sono più legata. È il mio romanzo più personale, più introspettivo, più fortemente voluto. È stato bello, parlare a me stesso e insegnarmi qualcosa attraverso Meryl. E, sopratutto, è stato bello sapere che questo percorso ha emozionato qualcuno.

A quindici anni da quando scrissi la primissima pagina della primordia versione di Fuoco Nemico, mi sento più vicina che mai a quella ragazza attorno alla quale si tessevano alcuni tra gli eventi più toccanti di Metal Gear Solid. Ma è più facile comprendere ciò che questo videogioco rappresenta per me semplicemente leggendo il libro.

E tutti i commenti entusiastici ricevuti – per i quali ringrazio sopratutto Tommaso, che mi ha consentito di pubblicare il libro anche su SpazioGames – non possono che spingermi a cercare di valicare nuovi confini. Forse, è più appropriato dire nuove frontiere. Vedremo come andrà.

Intanto, alcuni dei commenti che mi sono rimasti più nel cuore, tra le decine ricevute sui forum, alla mail, sul sito, su Twitter, sulla pagina Facebook e via dicendo:

Allora… ti dico solo che ho un esame tra 5 giorni e che ieri ho scoperto l’esistenza di questo romanzo. Ho perso un giorno di studio, ma non sento di aver perso tempo. Ho appena portato a termine l’intera lettura e non posso che farti i miei complimenti! Hai trattato temi pesantissimi con una facilità incredibile, hai concepito una storia che si amalgamasse perfettamente a quella di un’altra opera, comprendendone tutti gli aspetti chiave e interpretando in modo eccezionale tutti i sentimenti, le emozioni che i personaggi provavano. Pur, da fan della saga, avendo individuato un paio di imprecisioni (forse dettate da mie cattive interpretazioni o da un ricordo distorto di alcuni piccolissimi dettagli nel primo capitolo del videogame), sei riuscita a entrare completamente nello spirito di Metal Gear Solid.
Hai anche avuto il coraggio di spingerti nel caratterizzare ulteriormente i personaggi apparsi nella serie, hai reso Meryl forse più umana, mostrando con efficacia sia le sue motivazioni che le sue paure.
Concludo dicendo che mi hai fatto ritrovare il piacere di una bella lettura, che non mi capitava tra le mani da molto, troppo tempo.
Leggerò sicuramente i tuoi prossimi lavori, ancora complimenti!
Francesco

[…] Ed è mentre cercavo nuove info sulla saga del gioco che mi è comparso sotto agli occhi il titolo del tuo libro,che ho letto tutto ad un fiato,e mi piace davvero moltissimo,ancora adesso lo leggo con gioia. […]  Non saprei come altro descrivere le emozioni che mi ha trasmesso il gioco e che ancora continua a trasmettermi, compreso il tuo libro.
Barbara

Lo sto leggendo. Bellissimo,  retroscena migliore agli eventi di mgs1 non lo immagino. È tutto molto coerente e studiato, inoltre essendo un romanzo hai potuto rendere più profonde scene che nel gioco anche per prospettive vengono assunte in modo passivo (quando Meryl compie il primo omicidio per dire).
Se fosse canonico apprezzerei di più la trama di mgs1, non esagero. Arricchisce ancora di più una storia di per se già ricca e non è per niente facile.
Diciamo che vedi il tutto da una prospettiva diversa e anche l’amore che cresce verso Snake pare avere motivazioni più serie. Sto ammirando questo personaggio più di quanto sia riuscito a fatemelo piacere Kojima. Pensavo che MGS non avesse più nulla da raccontare, ma questa storia mi sta facendo cambiare idea. Momenti forti, crudissimi e drammatici…
[…] Dopo averlo letto mi sono pentito di aver acquistato il romanzo ufficiale.
Mario

Ieri ho messo su youtube la soundtrack del primo mgs a volume basso per creare l’atmosfera giusta ed ho iniziato la lettura di Fuoco Nemico… ho letto tutto d’un fiato il primo capitolo, e devo dire che il libro mi sta prendendo davvero molto, sopratutto nella caratterizzazzione di ambienti e personaggi… la prospettiva di Meryl è davvero molto interessante, e ti fa pensare tanto al fatto che tutti quegli omini in uniforme bianca che andavi strangolando con snake e che noi identifichiamo come “cattivi”, hanno in realtà tutte le paure e i sentimenti di noi esseri umani… per non parlare di Meryl, che in queste prime 80 pagine sto imparando ad apprezzare molto di piu di quanto non abbia gia fatto con l’intero Metal Gear Solid 1…
Master Ocelot

Gesù santissimo.
La prima cosa che ho pensato quando ho finito il libro è stata: “Va già bene che è il suo personaggio preferito.”
Cazzo gliene fai capitare di tutti i colori, non può stare tranquilla cinque secondi! Né nel presente e nemmeno nel passato!
Cristo mi hai fatto stare male fisicamente per lei, e dannazione se era reale! Non sembra di leggere un’opera di finzione, è fottutamente immersivo, tu sei lì con lei e non puoi aiutarla, è terribile!
È allucinante come, se non fosse per la carica emotiva e nostalgica, le battute provenienti da MGS1 sembrerebbero semplicemente degli inserti di una tua ipotetica sorellina dodicenne. È piuttosto imbarazzante, per gli sceneggiatori.
Davvero tantissimi complimenti, hai creato veramente un’opera di un livello eccellente, e dovrebbe avere più risalto, perché vale veramente tanto.
Francesco

Grazie a te ho potuto vedere la storia di Metal Gear dal punto di vista di uno dei miei personaggi preferiti, Meryl per l’appunto. Complimenti per il romanzo, è veramente molto bello.
Armando

Ciao Stefania ho finito adesso di leggere il tuo libro “Fuoco Nemico” e devo dire che mi è piaciuto molto.. Non credevo che esistessero donne affascinate e appassionate dal mondo di Metal Gear Solid, infatti la cosa mi ha stupito molto e mi ha spinto a leggere il libro tutto d’un fiato come grande appassionato di MGS.. Che dire, complimenti:) Spero in qualche altro tuo libro.. Buona fortuna per la tua carriera.
Davide

Grazie di nuovo, davvero, a tutti, di cuore.

1342 Visite totali 2 Visite oggi

Leave a Comment